Grano Saraceno Online

Miglior Grano Saraceno del 2022 – Guida all’Acquisto, Classifica e Recensioni

Grano Saraceno Online

Il grano saraceno, conosciuto anche come grano nero, è una pianta erbacea con annuale, con il nome botanico Polygonum fagopyrum e facente parte della famiglia delle Poligonacee.

La sua denominazione scientifica deriva dal termine latino fagus (ossia faggio) e dalla parola latina piròs (frumento), in quanto data dalla forte somiglianza con i suddetti vegetali.

Sebbene venga spesso classificato come cereale, non lo è affatto, visto che è una graminacea a tutti gli effetti.

Per quanto riguarda il suo aspetto, presenta una radice non molto sviluppata, il fusto cilindrico, glabro (privo di peli) e di colore virante tra il verde e il rosso scuro.

Quest’ultimo varia a seconda della maturazione.

Tabella comparativa

1° Classificato

Pregi

Grano saraceno dalla consistenza molto tenera; ottima proporzione tra prezzo e qualità.

Difetti

Alcuni clienti ritengono che il suddetto grano saraceno sia pieno di polvere.


2° Classificato

Pregi

Prezzo molto contenuto e conveniente; favolosa idea regalo; prodotto top gamma; brand affidabile.

Difetti

Per il grano saraceno Molino Bongiovanni non è stata scritta alcuna lamentela, poiché ha di gran lunga soddisfatto tutti gli acquirenti.


3° Classificato

Pregi

Ottima proposta per le proprie provviste; la presenza di un oblò trasparente posizionato sulla parte anteriore di ogni sacchetto consente non solo di monitorare immediatamente la quantità del contenuto, ma anche di testarne la qualità; qualità fantastica.

Difetti

Per il suddetto prodotto non è stato riportato alcun lato negativo, anzi le persone che l’hanno comprato non hanno fatto altro che scrivere complimenti.


Guida all’Acquisto – Come scegliere il miglior Grano Saraceno

Quando ci si appresta all’acquisto del grano saraceno, al fine di assicurarsi il miglior prodotto, conviene valutare i tre criteri sotto elencati.

  1. Confezione

A prescindere dal marchio e dalla varietà, la confezione del grano saraceno è solitamente costituita da sacchetti di cellophane, poiché il suddetto materiale è ben capace di proteggere il contenuto da umidità e fonti di calore.

Assicurarsi che essa sia priva di danni, fori e lacerazioni è dunque fondamentale.

  1. Profumo e sapore

Il grano saraceno di qualità alta non presenta alcuna traccia di muffa, funghi, sostanze chimiche e umidità, diversamente si tratta di un alimento stoccato in maniera inappropriata oppure di pessima lavorazione delle materie prime.

Per quanto riguarda il sapore, i chicchi cotti non devono mai risultare acidi e amari, altrimenti è segno di contaminazione capace di causare avvelenamento.

  1. Aspetto estetico

La semola del grano saraceno possiede una bella colorazione marrone dall’intensità variabile ed è segno di una corretta cottura a vapore.

Qualora si acquistasse crudo, i chicchi presentano un colorito uniforme.

Il Miglior Grano Saraceno – Classifica del 2022

Vediamo insieme la classifica completa e le recensioni dei migliori grani saraceno che abbiamo testato.

1° – Grano Saraceno Biologico Decorticato Oltresole

Sacchetto contenente un chilo di grano saraceno biologico, decorticato, non trattato termicamente e crudo.

Prodotto lavorato dall’azienda Oltresole.

Descrizione prodotto

Grano saraceno totalmente biologico, derivante da coltivazioni certificate e controllate.

Esso viene inoltre decorticato con l’ausilio di macine meccaniche, sottoposto a essiccazione a basse temperature e pulito senza l’uso di calore e vapore, così da mantenere intatto sia il suo gusto originale, sia i principi attivi.

Perfetto per preparare zuppe, minestre oppure piatti freddi come insalate.

Principali vantaggi
  • Grano saraceno dalla consistenza molto tenera;
  • ottima proporzione tra prezzo e qualità.
Principali svantaggi
  • Alcuni clienti ritengono che il suddetto grano saraceno sia pieno di polvere.

2° – Grano Saraceno Decorticato Biologico Bongiovanni Farine

Sacchetto contenente mezzo chilo di grano saraceno biologico, decorticato e prodotto dall’azienda piemontese Bongiovanni Farine e Bontà Naturali.

Descrizione prodotto

Alimento ricco di sali minerali e Vitamina P, la quale aiuta a prevenire la rottura dei capillari.

Esso è dunque perfetto da consumare a colazione, per decorare le portate oppure per realizzare prodotti da forno e primi piatti.

L’azienda Molino Bongiovanni, fondata verso la fine dell’Ottocento, è molto attenta all’uso di fonti d’energia rinnovabili e impiega ancora un mulino provvisto di pietra vulcanica.

Principali vantaggi
  • Prezzo molto contenuto e conveniente;
  • favolosa idea regalo;
  • prodotto top gamma;
  • brand affidabile.
Principali svantaggi
  • Per il grano saraceno Molino Bongiovanni non è stata scritta alcuna lamentela, poiché ha di gran lunga soddisfatto tutti gli acquirenti.

3° – Grano Saraceno Decorticato Probios

Scatola contenente sei sacchetti da quattro etti cadauna di grano saraceno decorticato, biologico e lavorato dall’azienda toscana Probios.

Descrizione prodotto

Grano saraceno provvisto di certificazione biologica, decorticato e di provenienza nostrana.

Rappresenta inoltre un’eccellente fonte di fibre e aiuta dunque la regolare funzione dell’intestino.

Principali vantaggi
  • Ottima proposta per le proprie provviste;
  • la presenza di un oblò trasparente posizionato sulla parte anteriore di ogni sacchetto consente non solo di monitorare immediatamente la quantità del contenuto, ma anche di testarne la qualità;
  • qualità fantastica.
Principali svantaggi
  • Per il suddetto prodotto non è stato riportato alcun lato negativo, anzi le persone che l’hanno comprato non hanno fatto altro che scrivere complimenti.

4° – Grano Saraceno Decorticato LOOV

Sacchetto contente un chilo di grano saraceno decorticato, privo di OGM, coltivato biologicamente in clima nordico, non trattato termicamente e crudo.

Alimento lavorato dal brand LOOV.

Descrizione prodotto

Grano saraceno decorticato, privo di glutine, coltivato secondo i dettami dell’agricoltura biologica ed essiccato a temperature inferiori ai 39° C.

Esso viene poi sbucciato con l’ausilio di macine meccaniche e pulito senza vapore o calore.

Grazie a tutte queste attenzioni, è possibile ottenere un alimento ricco di preziose sostanze nutrienti e dal piacevole sapore alla nocciola.

Ideale non solo per la germogliazione perché crudo, ma anche per preparare porridge, zuppe, dolci, frappè, minestre e molto altro ancora.

Dose giornaliera raccomandata: cinquanta grammi.

Principali vantaggi
  • Alimento dotato di spiccata versatilità;
  • ottimo gusto;
  • prodotto piacevole da mangiare;
  • i chicchi restano compatti dopo la cottura;
  • colorazione invitante.
Principali svantaggi
  • Per il grano saraceno LOOV non è stato segnalato alcun genere di svantaggio, poiché tutti i clienti sono rimasti contenti dell’acquisto effettuato.

5° – Grano Saraceno Fritto Altayskaya Skazka

Confezione contenente otto etti di grano saraceno fritto, proveniente dalla Federazione Russa, privo di OGM e prodotto dal marchio Altayskaya Skazka.

Descrizione prodotto

Prodotto molto popolare in Russia fin dalle epoche più remote, tanto da essere considerato uno dei cento migliori cibi del suddetto Paese.

Si raccomanda di cuocere il grano saraceno per un quarto d’ora, in modo da renderlo morbido e mantenere intatta la sua consistenza friabile.

Prima di consumarlo, si raccomanda inoltre di lasciarlo riposare per dieci minuti a fuoco spento e all’interno di un tegame.

Principali vantaggi
  • Grano saraceno molto saporito e morbido;
  • sul lato della confezione sono presenti delle comode tacche disegnate che facilitano il dosaggio del prodotto.
Principali svantaggi
  • Sulla confezione non è presente una sola parola in lingua italiana e tale dettaglio potrebbe creare qualche problema di comprensione nei confronti delle persone che non conoscono la lingua inglese e russa.

Grano saraceno: risposte alle domande più comuni

Terminiamo la guida all’acquisto fornendo le risposte alle tre domande più ricorrenti riguardo il grano saraceno.

Qual è la storia del grano saraceno?

Le origini del grano saraceno sono molto antiche e la sua coltivazione è iniziata in Cina, Siberia e Manciuria.

Col passare dei secoli, questa graminacea è iniziata a essere coltivata anche nel Sol Levante, in Turchia e in India, mentre in Italia è sbarcata nel Quattrocento, grazie al commercio via mare tramite il Mar Nero.

Quali sono le caratteristiche nutrizionali del grano saraceno?

Il grano saraceno vanta tutte le caratteristiche nutrizionali dei legumi e dei cereali, ovvero amido, amminoacidi, ferro, sali minerali, zinco, rame, selenio, potassio, fosforo e proteine.

Inoltre, essendo un alimento privo di glutine, viene ampiamente utilizzato dai celiaci.

Non sono infine da trascurare le Vitamine del Gruppo B e la niacina.

Come si può utilizzare il grano saraceno?

Il grano saraceno è un cibo perfetto per le donne in fase di allattamento, da utilizzare come foraggio per il bestiame oppure per preparare tantissime ricette tipiche della gastronomia italiana, basti pensare a pizzoccheri e sciatt della Valtellina, polenta taragna e prodotti da forno vari.

© 2020 - 2022 Paneburroeamore.com