Skip to main content

Miglior Orzo Perlato del 2024

Orzo Perlato Online – Guida all’Acquisto, Classifica e Recensioni

Orzo Perlato Online

Uno dei cereali più usati nella cucina mediterranea è l’orzo perlato, che si caratterizza per l’alto contenuto di sali minerali e per la versatilità, difatti viene utilizzato per le minestre, le insalate, per i primi piatti e la colazione.

I consumatori hanno finalmente compreso i benefici che possono apportare i cereali all’organismo e si sono moltiplicati i brand che propongono questo tipo di alimenti, ma come riuscire a orientarsi tra i diversi prodotti e scegliere il miglior orzo perlato del 2024?

In questo articolo analizzeremo quali sono le caratteristiche che deve possedere l’orzo perlato e vi suggeriremo quali sono i migliori prodotti da acquistare.

Tabella comparativa

1° Classificato

Pregi

Una bottiglia in vetro funzionale che mantiene fresca la bevanda; Un sapore gustoso dato da ingredienti naturali.

Difetti

Non sono stati segnalati gli svantaggi.


2° Classificato

Pregi

Gli ingredienti impiegati sono di prima scelta e soprattutto è assente il glutine, rendendo tale soluzione adatta anche a coloro che sono intolleranti. La sua versatilità e la possibilità di usarlo su granite, gelati e all’interno di cocktail.

Difetti

Spesso è difficoltoso trovare questo prodotto nei comuni supermercati.


3° Classificato

Pregi

Tra i vantaggi del prodotto troviamo la sua semplice trasportabilità ovunque, essendo la bottiglia piccola e compatta, in vetro e capace di mantenere più fresca la bevanda.

Difetti

Il tappo monouso non crea particolari problemi, in quando con il contenuto è possibile riempire un bicchiere di normali dimensioni.


Guida all’Acquisto – Come scegliere miglior Orzo Perlato

L’orzo è un cereale molto antico che viene usato soprattutto nella produzione della birra, ma è anche alla base di molti piatti della cucina mediterranea e orientale.

Per acquistare l’orzo perfetto per le proprie preparazioni è opportuno precisare che ne esistono tre tipi:

  • integrale;
  • decorticato;
  • perlato.

L’orzo integrale identifica il chicco completo che è composto da tre strati (crusca, germe ed endosperma) e si tratta di un cereale che non viene sottoposto al processo di raffinazione.

L’orzo decorticato viene privato della crusca e rimangono solo due strati, mentre quello perlato è composto esclusivamente dalla parte più interna, che è ricca di amidi e povera di fibre.

L’orzo perlato viene scelto perché presenta due caratteristiche uniche: è facilmente digeribile, si cuoce rapidamente rispetto a quello integrale e decorticato.

Per identificare il miglior orzo perlato del 2024, oltre a verificare che la dicitura “perlato” sia presente sulla confezione è consigliabile osservare l’aspetto del chicco che deve avere una forma arrotondata e contraddistinguersi per il colore bianco o giallo paglierino.

Rispetto all’orzo integrale, quello perlato non ha bisogno di ammollo ed è un vero e proprio concentrato di vitamine e sali minerali come fosforo, potassio, zinco, magnesio, ferro, silicio e calcio.

L’orzo perlato si cuoce in acqua per circa 40 minuti, presentandosi con un sapore ricco, leggermente dolciastro e dalla consistenza corposa.

Per scegliere il migliore orzo perlato, oltre ad osservare le caratteristiche estetiche è necessario controllare i valori nutrizionali, difatti si tratta di un cereale con un basso contenuto di grassi, ma ricco di fibre e sali minerali, con una buona concentrazione di carboidrati e vitamine.

Il Miglior Orzo Perlato – Classifica del 2024

Vediamo insieme la classifica completa e le recensioni del miglior orzo perlato che abbiamo testato.

1° – Oltresole – Orzo Perlato Italiano Biologico

Se si è alla ricerca del miglior orzo perlato del 2024, uno dei prodotti più apprezzati dai consumatori è l’Orzo Perlato Italiano Biologico di Oltresole disponibile in diversi formati, coltivato e raffinato in Italia.

Descrizione prodotto

L’orzo perlato Oltresole si contraddistingue per un chicco di colore bianco tendente al giallo paglierino, una forma ben definita con angoli arrotondati e una struttura esterna liscia al tatto.

L’orzo perlato Oltresole è privo della crusca e delle glumelle (o endosperma), di conseguenza non serve ammollo ed è pronto in soli 40 minuti.

Per preparare le vostre ricette preferite a base di orzo Oltresole, basta aggiungerlo in una pentola d’acqua, portare a ebollizione e proseguire la cottura per circa 35-40 minuti.

Si può aggiungere alle zuppe o alle minestre a base di verdure, ma può anche essere servito freddo nelle insalate.

Per uno spuntino o una colazione sana ed equilibrata si può abbinare a dei muesli o a della frutta secca.

Principali vantaggi
  • Per quanto riguarda le proprietà dell’orzo perlato Oltresole, bisogna sottolineare che è ottimo per favorire la digestione, ridurre il senso di gonfiore e contrastare con efficacia la stitichezza.
  • Essendo ricco di sali minerali e vitamine è l’alimento perfetto per chi vuole migliorare la salute dell’organismo e non desidera incidere sul peso forma;
  • è una fonte naturale di energia povera di grassi.
Principali svantaggi
  • L’unico svantaggio è che l’orzo perlato contiene glutine, quindi non è sicuramente indicato per le persone celiache.

2° – Orzo Perlato 1Kg BIO

Nella classifica del miglior orzo perlato 2024 non può mancare il prodotto biologico dell’azienda Bongiovanni, nel formato maxi da 1 kg.

L’orzo perlato biologico Bongiovanni viene prodotto e lavorato in Italia, utilizzando un mulino in legno dotato di macine in pietra vulcanica.

Descrizione prodotto

L’orzo perlato Bongiovanni viene selezionato accuratamente per eliminare le impurità e selezionare esclusivamente i chicchi migliori, offrendo al consumatore un prodotto di altissima qualità.

Prima di utilizzare l’orzo perlato si consiglia di lavarlo accuratamente e di cuocerlo per circa 30 minuti, aggiungendolo ad altri legumi o alle diverse preparazioni.

Principali vantaggi
  • Il cereale si contraddistingue per il sapore corposo e il gusto delicato, inoltre è indicato per chi segue una dieta povera di grassi e desidera assumere il giusto quantitativo di fibre e sostanze nutritive.
  • L’orzo perlato Bongiovanni è ricco di vitamine del gruppo B e sali minerali, diventando un potente alleato per chi vuole migliorare le funzionalità dell’apparato digerente e contrastare la stipsi.
Principali svantaggi
  • Non è indicato per chi è intollerante al glutine o alla frutta a guscio.

3° – Probios Orge Perlata Toscane Bio da 400 g

L’azienda Probios è specializzata nella produzione di cereali e alimenti biologici, coltivati e lavorati presso i suoi stabilimenti in Toscana.

Descrizione prodotto

L’orzo perlato Probios si presenta nel classico colore bianco, con chicchi sgranati di forma arrotondata subito pronti per la cottura.

L’orzo viene sottoposto a un lento processo di raffinazione, per eliminare gli strati esterni e conservare soltanto la parte più nutriente e gustosa.

Non è necessario l’ammollo prima della cottura, ma è sempre opportuno lavarlo per eliminare qualsiasi tipo di impurità.

I chicchi di orzo Probios, appena cotti, sono croccanti e dal sapore intenso, perfetti per le insalate o per le zuppe.

Principali vantaggi
  • Il cereale è una fonte naturale di fibre e sali minerali, indicato per chi segue una dieta vegetariana o vegana, mentre non è consigliato per i celiaci.
  • L’orzo perlato dell’azienda Probios da 400 grammi è disponibile in offerta, nel formato da 3 pacchi convenienza, utile per chi vuole sempre avere una scorta del suo cereale preferito.
Principali svantaggi
  • Non sono stati segnalati gli svantaggi.

4° – Bongiovanni Farine e Bontà Naturali Orzo Perlato

Il Molino Bongiovanni è da sempre impegnato nella coltivazione di grano e altri cereali, realizzando 4 linee prodotto, che comprendono oltre 90 varietà di farine, semi oleosi e legumi.

Descrizione prodotto

L’orzo perlato del brand Bongiovanni Farine e Bontà Naturali è disponibile nella confezione maxi da 5 kg, ad un prezzo in offerta.

Il processo di lavorazione dell’orzo viene eseguito interamente in Italia e il cereale si presenta di colore bianco, tendente al giallo paglierino.

L’orzo Bongiovanni conserva tutte le sue qualità organolettiche ed è ricco di fibre, che migliorano la funzionalità digestiva e riducono i livelli di colesterolo.

Principali vantaggi
  • Ha un basso contenuto di grassi e sale e può essere integrato in una dieta ipocalorica.
  • Si consiglia di conservare il prodotto in un luogo asciutto e di richiudere la confezione maxi dopo ogni utilizzo, per preservarne la croccantezza e le sostanze nutritive.
Principali svantaggi
  • Non sono stati segnalati gli svantaggi.

5° – Probios Orzo Perlato Bio

Tra le recensioni del miglior orzo perlato 2024 da parte dei consumatori si trovano molte opinioni positive riguardo l’orzo perlato Probios, un’azienda italiana che dal 1978 produce alimenti biologici.

Descrizione prodotto

Il brand Probios propone un pack da 6 confezioni di orzo perlato da 400 grammi, a un prezzo conveniente e utile per chi vuole sempre avere una scorta extra di cereali.

Prima di usare l’orzo è necessario sciacquarlo per eliminare le impurità e in seguito procedere alla cottura per circa 35-40 minuti.

I chicchi vengono lavorati con cura presso gli stabilimenti in Italia e il processo di separazione degli strati consente di ottenere un prodotto digeribile, croccante e dal sapore leggero.

Principali vantaggi
  • L’orzo perlato si può cucinare in tantissimi modi ed è soprattutto indicato per chi segue una dieta vegana o ipocalorica, inoltre è una fonte naturale di fibre e sali minerali.
Principali svantaggi
  • All’interno del prodotto possono esserci tracce di sesamo e di frutta a guscio.

Orzo Perlato: risposte alle domande più comuni

Concludiamo la guida all’acquisto rispondendo alle tre domande più ricorrenti riguardo l’orzo perlato, così da fornire una panoramica completa ai lettori.

Come si cucina l’orzo perlato?

L’orzo perlato viene raffinato, di conseguenza non è necessario l’ammollo e la cottura è di soli 30-40 minuti.

Prima di cucinare l’orzo perlato, si consiglia il risciacquo accurato per eliminare le impurità e si può consumare sia caldo che freddo, ad esempio come contorno o nelle insalate.

L’orzo perlato è l’ingrediente perfetto per le zuppe di legumi e cerali, ma può essere mangiato anche al naturale con un filo d’olio e un pizzico di sale.

L’orzo perlato fa bene?

L’orzo perlato è un vero e proprio alleato per la salute e il benessere, difatti contiene numerose vitamine del gruppo B e un concentrato di sali minerali come fosforo, potassio, magnesio e calcio.

Il basso contenuto di grassi lo rende ideale per chi sta seguendo una dieta o per chi desidera mangiare un cereale sano, genuino e ricco di fibre.

Migliora la funzionalità intestinale, riduce il colesterolo e supporta il sistema immunitario e l’apparato cardiovascolare.

Perché scegliere l’orzo perlato?

L’orzo perlato rispetto a quello integrale o decorticato è più veloce da preparare, perché non necessita di ammollo o una cottura lenta.

Il chicco viene privato degli strati esterni, per assicurarvi una migliore digeribilità e un gusto delicato.